sabato 16 giugno 2018

APRE "BOMBA" LO STREET FOOD STELLATO DI NIKO ROMITO

"Da piccolo trascorrevo le estati a Rivisondoli nella pasticceria di mio padre: la sua specialità erano le bombe alla crema, sono cresciuto con quel profumo. Ho deciso di riprendere in mano quel ricordo e creare qualcosa di nuovo. Oggi apre Bomba: il primo corner di cibo da strada firmato da me in collaborazione con Autogrill, in piazza XXV aprile a Milano. Negli anni ho lavorato molto sugli impasti, le lievitazioni e le farciture per creare la mia versione della Bomba: non solo dolce, come usava mio padre, ma anche salata, con ripieni freschi e golosi da mangiare in qualsiasi momento della giornata. Così nel 2015 ho fatto un primo esperimento a Napoli, ho continuato a fare ricerca e oggi siamo qui, a dare inizio a questa nuova avventura. Bomba è semplicità assoluta, eppure è così gustosa. Per me è un cibo del cuore."

E' con queste parole, che lo Chef pluristellato Niko Romito, presenta il suo primo corner di street food, aperto di recente in piazza XXV Aprile a Milano. Un locale semplice suddiviso in due aree: una parte pensata per un consumo in loco e una parte che affaccia sull’esterno per il take away, da dove si può ordinare direttamente per l'asporto.
Le bombe di Romito sono una delizia: una sfera di pasta lievitata e fritta che, grazie all’utilizzo di lievito madre e di olio extra vergine di oliva (sono stati tolti i grassi animali quindi niente burro o strutto), consente di avere un prodotto goloso ma estremamente leggero.  
Nel menu salato ci sono tre bombe classiche (prosciutto di Parma e stracchino; pinoli, uvetta, olive e pomodori confit; mozzarella di bufala, pomodoro e basilico) e tre gourmet (manzo e spinacino fresco; maiale fondente e senape; pollo, lattuga e maionese).
Nel menu dolce invece ne troverete quattro "normali" (zucchero; crema pasticciera al liquore Strega; crema gianduja; confettura di albicocca) e due "dessert" (con gelato alla crema di Navan e un  bombamisù). I prezzi vanno dai 5.50 ai 7 euro per le salate e dai 2.50 ai 4 euro per quelle dolci.
Eccezionale per uno spuntino da consumare in ogni momento della giornata.

Bomba 
Piazza 25 Aprile, 12
Aperto tutti i giorni dalle 7 alle 23


     


SHARE:

venerdì 11 maggio 2018

apre il ristorante Torre, tra opere d'arte e vista su Milano

Eccolo finalmente il tanto atteso Ristorante Torre, aperto al sesto piano dell'edificio progettato da Rem Koolhaas per Fondazione Prada e di cui si è parlato moltissimo anche per la recente apertura dei nuovi spazi espositivi avvenuta durante la Milano Design Week del 2018.
La prima cosa che si nota una volta aperte le porte dell'ascensore panoramico è la scenografica bottigliera sospesa del bar contornata da ampie vetrate che offrono una vista spettacolare della città di Milano.
La sala principale è suddivisa in due aree: la prima, quella del bar, consente di consumare cocktails e light dinner contornati da opere originali di Lucio Fontana, con la possibilità di godere anche degli spazi esterni sull'ampia terrazza; la seconda, invece, ospita il ristorante vero e proprio, arredato con boiserie in legno di noce, divanetti e sedute blu cobalto e il parquet originale del primo Four Seasons di New York, acquistato ad un’asta nel 2015 dalla famiglia Prada. Alle pareti, una selezione di quadri di Jeff Koons, William N. Copley, John Wesley e Goshka Macuga, colorano la sala. In definitiva spazi sobri ed eleganti con una ricercata attenzione alla personalizzazione e al dettaglio (come le prese usb di cui sono dotati i divanetti) rendono la location davvero gradevole.
La cucina è coordinata dallo chef Fabio Cucchelli e segue piatti regionali della tradizione italiana. Troverete dei grandi classici come la battuta di carne piemontese, la frittura di calamari, i risotti, le zuppe di pesce, il filetto di manzo e per finire, dessert evergreen come il tiramisù o la millefoglie. Un menu che non brilla di fantasia ma che ugualmente soddisfa i palati. È invece lunga e ricercata la lista dei cocktails, comprensiva di un'ampia selezione di distallati, così come la carta dei vini, composta da pregiate etichette italiane ed internazionali.
Non resta che brindare al Torre!
RISTORANTE TORRE
Via Lorenzini 14
Tel. 02.23323910 
Aperto tutti i giorni, escluso il martedì
Bar 18-02 
Ristorante 19-24 

      

SHARE:

martedì 8 maggio 2018

LE EMOZIONI DI UNA CENA AL 28 POSTI

Era da tempo che non mi divertivo così tanto a tavola e il merito è del ristorante 28 posti e  dei suoi piatti innovativi e ricercati. Lo troverete in una traversa del Naviglio Grande, in una posizione strategica e di passaggio, ma defilato dalla confusione della movida milanese. Una meravigliosa piccola chicca, fatta di dettagli e grandi cure, grazie alla professionalità e al garbo del personale di sala e soprattutto all' insolita cucina dello chef  Marco Ambrosini. Il giovane cuoco e la sua brigata, ti prenderanno per mano e ti condurranno in un viaggio sorprendente, di grandissimo gusto e ricco di contaminazioni e di abbinamenti insoliti.
Siete pronti ?
Il cuoco sperimenta molto e se amate l'azzardo siete nel posto giusto: napoletano di Procida, con importanti parentesi al Melograno di Ischia e al Noma di Copenhagen, riesce a creare piatti dal giusto equilibrio tra cucina tradizionale campana ed avanguardia del Nord.
Il menu è speciale e cambia ogni due mesi e per apprezzarne a pieno la filosofia, vi consiglio di affidarvi completamente alle loro mani, attraverso dei percorsi a sorpresa che si compongono di 5, 8 o 10 portate a secondo del vostro appetito (e budget).
I primi amuse-bouche fanno già capire che il percorso sarà entusiasmante: pomodoro essiccato accompagnato da una piccola ciotola di miso, corallo croccante appoggiato su un sasso (tassativamente da leccare), oliva destrutturata e macarons al gusto di acciuga.  Il tutto accompagnato da pane di segale e burro affumicato con cipolla alla brace. 
A seguire una serie di piatti difficili da dimenticare come l’ostrica cotta, accompagnata da una salsa verde in forma di sorbetto e caviale di manioca, un curioso abbinamento di cavolo cappuccio, piselli, tartufo ed erba luisa e delle eliche con pistacchio, noccioli di olive e salicornia.
Arriva poi un bocconcino d’agnello accompagnato da erbe alla brace, fave e lievito ed una strepitosa palamita con pomodoro fermentato, finocchio di mare e semi di zucca.
Per terminare dei dolci non dolci, dagli abbinamenti ben scelti e inusuali: tra quelli provati spiccano la fragola con aglio nero e menta messicana e il buonissimo distillato di cioccolato, timo, cascara, sale e olio.
Anche la carta dei vini è ricca e ben studiata, con interessanti proposte ed una bravissima sommelier che vi aiuterà a scegliere quelli più adatti a voi.
Per tutti quelli che amano provare emozioni quando si siedono a tavola, una cena al 28 Posti è un'esperienza straordinaria.

         
SHARE:

domenica 29 aprile 2018

NUOVI ORIENTAL PLACES SUI NAVIGLI

Milano non dorme e non si ferma mai. Moltissime infatti le aperture degli ultimi mesi in città e tra cocktail bar, pasticcerie, cucine firmate da chef noti, street food e nuovi format ce n'è veramente per tutti i gusti. L'elenco è lungo ma se vi trovate in zona Navigli vi consiglio tre indirizzi che puntano all'Oriente e che soddisferanno l' appetito e la vostra voglia di shopping. Enjoy!
MINI MAOJI
          
Fratello minore di Mao Hunan (in via Porpora) e Maoji (in Piazza Aspromonte), Mini Maoji è un locale minuscolo sul Naviglio Pavese, dove potrete soddisfare la vostra voglia di street food cinese. Solo un  paio di tavolini in un' ambiente di legni chiari, un dipinto di Mao Tse-tung sul muro che addenta un panino ed un lungo bancone dove fare le ordinazioni.
La star è l'ormai famoso Bao, panino cotto al vapore, sofficissimo e farcito in vari modi: pollo, manzo, maiale, melanzane, polpette di gamberi, tofu, trippa, anatra e baccalà mantecato (da 3.50 a 6 euro). Squisiti.
Nel piccolo menu non mancano i ravioli di carne e verdura, spiedini, tofu, più qualche piatto extra.

Alzaia Naviglio Pavese
Tel. 333.4318157
Da martedì a domenica dalle 12:30 alle 23:30

SHARE:

venerdì 16 febbraio 2018

A BRESCIA LA MAGIA DEL FESTIVAL DELLE LUCI

Dopo lo straordinario successo dell'edizione passata, il castello di Brescia ospita dal 10 al 17 febbraio la seconda edizione del bellissimo Festival Internazionale delle Luci CidneON
Il tema di questa edizione è “Natura e Architettura”, un’analisi del rapporto tra spazio naturale e spazio artificiale, un bellissimo viaggio sensoriale e visivo della durata di circa 60 minuti tra 19 installazioni d'artisti italiani e stranieri, in un luogo storico e misterioso.
Performance e spettacoli luminosi, laser e installazioni musicali tra draghi e farfalle giganti, mura parlanti ed alberi dei desideri,  nuvole formata da centinaia di lampadine e lucciole che invadono il sentiero e gli alberi, indicando al pubblico il cammino.
Un luogo di magia, arte, musica e sogni da vedere assolutamente!

Aperto dal 10 al 17 febbraio 
dalle ore 18.30 alle 24 con ultimo ingresso alle ore 22.30
possibilità di acquistare on line la "chiave magica" un accesso che permette di risparmiare 
tempo e saltare la coda per 8 euro a persona.



SHARE:

domenica 28 gennaio 2018

GIALLE & CO. IL PRIMO RISTORANTE DEDICATO ALLE BAKED POTATOES

Se anche voi come me siete amanti delle baked potatoes, la patata tradizionale inglese, sarete felici dell'esistenza di Gialle & Co., il primo ristorante a Milano che trasforma e reinterpreta in chiave italiana quella classica anglosassone. 
In un localino piccolo ma molto carino, troverete un menu divertente e ironico, diviso in quattro sezioni: Fishytariane (a base di pesce), Meatariane (per carnivori), Veggytariane e Vegane (per il popolo green), con prezzi che vanno tra i 7,50 e gli 11 euro.
Ce n’è davvero per tutti i gusti: Assai Good con taleggio, radicchio cotto e crudo, noci, Mamma's con ragout alla bolognese, besciamella, parmigiano, Dr. Salmon & Mr. Butter con salmone, burro alle erbe, crème fraiche, semi di zucca, Asiatica Sensation con funghi shiitake, germogli di soia, tofu, olio alle erbe e molte altre ancora, una più buona dell'altra.
Se si vogliono degustare quasi tutte le ricette senza scoppiare, o semplicemente come aperitivo, si possono chiedere le mini baked, con i medesimi condimenti di quelle grandi e che vengono servite in cartoni vuoti delle uova (costano 3 € l’una, 7,50 € tre, 14 € sei, 26 € dodici). 
Il ristorante ha pochi posti a sedere quindi vi consiglio caldamente di prenotare.
Italians bake it better!

Gialle & Co.
Via Alessandro Volta, 12
Tel 02.36638456
Aperto tutti i giorni 
Pranzo: 12-15
Aperitivo - Cena: 18.30-23


SHARE:

sabato 6 gennaio 2018

BAO HOUSE E IL SUO STREET FOOD TAIWANESE

Bao House è un nuovo localino di street footaiwanese in zona Città Studi: solo una quindicina di posti, un ambiente semplice ed informale perfetto per una pausa pranzo, uno spuntino veloce o una cena alternativa.
Come avrete capito la specialità della casa sono i famosi Baozi, chiamati anche Bao, panini ripieni cotti al vapore, preparati con un soffice impasto lievitato, molto popolari in Cina sia come cibo casalingo che come street food.
Nel menu ne troverete di 4 tipi diversi: iClassico con pancetta di maiale brasata, il Fried chicken con pollo marinato e fritto, l' Anatra pechinese con arrosto di anatra ed infine una versione vegetariana con Funghi teriyaki e cipolla. Gustosi e morbidi ed abbinamenti fantastici.
Oltre ai Bao, il menù offre qualche antipasto (buoni il pollo popcorn)  e altri piatti a base di noodles riso o ravioli, saporiti e gustosi, tutti tra i 2,50 e 8,50 euro.
Il servizio è veloce, attento e silenzioso nonostante gli spazi ristretti. Da provare!

Bao House Taiwanese street food
Via Plinio, 37
Tel. 320 881 3655
Aperto tutti i giorni dalle 12 alle 14.30 e dalle 18.30 alle 23
  
  
SHARE:
Blogger Template Created by pipdig