mercoledì 28 giugno 2017

POMERIGGI D'ESTATE ALLA CASCINA CUCCAGNA

Siamo nel centro di Milano, alle spalle di Porta Romana e siamo in una delle più antiche cascine agricole milanesi. Questa è una cascina speciale, non solo perché è un pezzo di campagna sopravvissuto in mezzo alla città, ma anche perché è popolata e animata da contadini urbani: questo posto speciale si chiama Cascina Cuccagna ed oggi è un vero e proprio centro di cultura e aggregazione, un contenitore di iniziative, eventi, concerti, laboratori ed incontri  ispirati ad una filosofia green e sostenibile.
Il vostro sogno è sempre stato quello di coltivare in casa frutta e verdura ma vivete in un monolocale senza balcone? Bene, all’interno di Cascina Cuccagna potrete scatenare il vostro pollice verde unendovi a Gruppoverde, associazione di volontari che ha in gestione l’Orto Condiviso, un piccolo appezzamento dove crescono fiori, viti, verdure ed erbe aromatiche. 
Nel cortile della cascina troverete anche una Ciclofficina (aperta il sabato pomeriggio dalle 14.30 alle 19.30), dove è possibile imparare a riparare in autonomia la propria bicicletta, il Mercato agricolo (tutti i martedì pomeriggio dalle 15:30 alle 20:00) e la Fioriera, una bottega di fiori poco comuni, piante e aromi biologici.
Con i suoi spazi ampi, la tranquillità e il senso di isolamento rispetto alla frenesia delle strade circostanti, la Cuccagna è il posto ideale per staccare la spina e concedersi un po’ di sano relax. 
Specialmente d’estate quando è possibile godersi al meglio il grande giardino: non c’è niente di meglio di venire qui per un aperitivo sotto il pergolato, assistere ad un concerto seduti nel prato o per mangiare nel loro bellissimo ristorante "Un posto a Milano" capitanato dallo chef Nicola Cavallaro, con un menù basato su prodotti stagionali del territorio a chilometro Zero. 

Cascina Cuccagna
via Cuccagna 2/4, ang. via Muratori
Aperto da martedì a domenica dalle 10 all' 1



















SHARE:

mercoledì 14 giugno 2017

POURQUOI PAS ? UN BISTROT PARIGINO A MILANO

Se amate l’atmosfera parisienne e la cucina tradizionale francese dovete assolutamente provare la brasserie Pourquoi-Pas? in C.so Garibaldi.
Un ristorantino che ricorda davvero un autentico angolo parigino, informale ma raffinato: una lunga banquette in velluto rosso con tavolini di marmo bianco e sedute in legno color nero, pavimenti bellissimi decorati con maioliche antiche Azulej, specchi anticati e cartelloni d’antan, alle pareti. 
Un ambiente molto elegante ed intimo, dai colori avvolgenti, con ampie vetrate che illuminano gli ambienti e un dehor per la bella stagione.
La cucina è quella tipica francese ed ogni giorno è possibile assaporare un menù studiato ad hoc o lasciarsi ispirare dalla vasta e deliziosa scelta alla carta: gli immancabili croque Madame e croque Monsier, il foie gras, varie omelette accompagniate da frites, salade niçoise, formaggi e una strepitosa offerta di dolci. Il tutto accompagnato da un bicchiere di champagne o da un calice di delizioso vino d'Oltralpe.
Un angolo parigino che vi ruberà sicuramente il cuore.

Pourquoi pas? 
Brasserie Cafè Restaurant
Corso Garibaldi 17
Tel. 02 8053160








                   

SHARE:

domenica 4 giugno 2017

CHINATOWN: TRA RAVIOLI E BUBBLE TEA

Non è certo come quella di New York o Londra, ma anche Milano possiede la sua "chinatown": un mondo a sé nel cuore della città, dove convivono botteghe storiche, nuovi locali, vapori di noodles e profumi di spezie.
Via Paolo Sarpi è l'arteria principale, che grazie alla riqualificazione degli ultimi anni, è diventata un'elegante strada pedonale con pista ciclabile, ornata di aiuole ed alberi.
A mio avviso si sta rivelando una delle zone più divertenti di Milano: è kitsch, è colorata e piena di ristorantini e negozi interessanti. 
Qui di seguito quelli che amo di più.

La ravioleria Sarpi (via Paolo Sarpi, 27)
E' una delle mie mete preferite in assoluto a Milano. I ravioli di questo take-away da street food sono frutto della collaborazione tra Walter Sirtori, rinomato macellaio meneghino della storica macelleria omonima (e vicina di vetrina) e le conoscenze di Hujian Zhou e un giovane italo-cinese: un unione di sapori tra la cultura italiana e quella cinese.
Non è un locale, ma una cucina di tre metri per tre aperta sulla strada, dove comprare ravioli freschi da cucinare a casa, oppure già cotti da mangiare in pure stile oriental-street food.
La pasta è fresca, fatta all’istante, e si può scegliere tra tre ripieni (maiale,manzo o verdure), vengono cotti al momento e sono davvero notevoli (4 ravioli a 3 euro).
Da provare anche la tipica crespella di Pechino, Jian Biang !

      
   
Nuova ravioleria (via Paolo Sarpi, 25)
Figlio della Ravioleria accanto, si possono mangiare tipici piatti da strada cinesi: Baozi e Mo, panini cinesi cotti a vapore con un delizioso ripieno di manzo e maiale, aromatizzati con verza erba cipollina e zenzero fresco, involtini, tempura mista e spiedini di agnello. Buonissimi.
Ovviamente tutti da consumare assolutamente strada facendo. 




MT time Milano (via Paolo Lomazzo, 10)
Un piccolo ma fornitissimo forno orientale, dove troverete decine di dolcetti dagli ingredienti insoliti, fra cui fagioli, tè matcha e persino carne affumicata. Tutti i dolci, sfusi o confezionati, sono preparati e impacchettati nel laboratorio sul retro

               



QqTea Taiwan Bubble Tea Shop (Via Paolo Sarpi, 47)
E' stato uno dei primi locali a Milano a proporre il bubble tea, beverone inventato a Taiwan negli anni '80 e che ormai sta spopolando in tutta la città. A base di té e latte, è aromatizzata con diversi gusti, e condito con perle di tapioca o gelatina di frutta che precipitano sul fondo del bicchiere e arrivano in bocca direttamente da una cannuccia dal diametro oversize. Da provare!


Kathay (Via Luigi Canonica, 54)
Direi la "bottega" per eccellenza in China Town. Nel food market multietnico più fornito di Milano troverete ogni genere di alimenti asiatici e non, spezie e surgelati, frutta e verduraalcolici orientali e . Senza trascurare un’accurata selezione di complementi d’arredo e stoviglie tipiche giapponesi, thailandesi, cinesi, filippine, coreane, indiane, mediorientali e dell’America Latina.
Una visita da Kathay è d’obbligo.

      
SHARE:
Blogger Template Created by pipdig