martedì 12 maggio 2015

FOLLIA NELL' EX MANICOMIO DI MOMBELLO

Di pazzesco, nell'ex manicomio di Mombello a Limbiate, è rimasto solo lo stato di abbandono e degrado. I padiglioni di questa nobile villa del XIV, che fino alla legge Basaglia del 1978 ospitavano centinaia di pazienti, sono diventati anno dopo anno luogo preferito di writers, vandali e tossici, oltre che di curiosi, fotografi e video maker in cerca di location suggestive.
Rimane comunque un luogo pieno di mistero e contrasto che difficilmente puoi dimenticare dopo averlo visto con i tuoi occhi. Passeggiare all’interno di una di queste strutture, entrare nelle camerate, nei bagni, imbattersi in documenti, vestiti, armadi rovesciati, materassi, scarpe, letti e targhette con i nomi dei pazienti… vedere tutto ciò è sicuramente un’esperienza forte e lo è ancor di più se si pensa a ciò che doveva essere un tempo, mentre vi si passeggia oggi, circondati solo da un silenzio irreale…
Queste sono le mie foto, si commentano da sole…
"Se partiamo dall'origine della psichiatria, nata come elemento di liberazione dell'uomo, dobbiamo ricordare Pinel, che liberò i folli dalle prigioni ma purtroppo, dopo averli liberati, li rinchiuse in un'altra prigione che si chiama manicomio. Cominciano così il calvario del folle e la grande fortuna dello psichiatra"
Franco Basaglia,
Conferenze brasiliane, 1979







 











  
















SHARE:
Blogger Template Created by pipdig