venerdì 12 settembre 2014

LIBRERIA "ACQUA ALTA" A VENEZIA


La Bbc la cita tra le dieci librerie più belle del mondo e come "unica libreria sott'acqua". Sicuramente la si può descrivere come la più veneziana e fra le più bizzarre e originali in assoluto. Basta poco e si capisce perché: i centomila libri in vendita, fra nuovi e usati, non sono sistemati ordinatamente in lineari scaffali, ma accatastati in qualche mondo per terra, all'interno di barche, canoe, vasche da bagno e addirittura in una gondola. I libri non sono soltanto da comprare ma anche trasformati in veri e propri oggetti d'arredamento, come delle vecchie enciclopedie che sarebbero finite al macero ed invece sono state usate dal proprietario per creare una strepitosa scala nel terrazzino, che si affaccia sul canale e dal quale si vede la Corte Sconta, detta Arcana. A completare l'arredamento ci pensano anche remi, manichini e paline.
Il 60% dei libri è nuovo. Nelle varie sale si possono trovare "chicche" introvabili sulla storia di Venezia, ma anche classici in lingua straniera, libri fotografici, di musica, poesia e teatro, fumetti, cataloghi d'arte tarocchi veneziani, stampe e vecchie cartoline.
La stravaganza di questo enorme labirinto di libri, ricavato da un magazzino al piano terra che l'acqua alta "abbraccia" puntualmente, non può però essere raccontata, né capita, senza conoscere il suo ideatore. Si chiama Luigi Frizzo, ha 73 anni, si rivolge alle donne a suon di complimenti, parla perfettamente cinque lingue e ha girato in tutto il mondo. Ha avuto tre figli con tre donne diverse ed è diventato libraio a circa quarant'anni, dopo aver fatto il cameriere a bordo delle navi, il minatore, il carrozziere, la guida turistica e un'infinita serie di lavori saltuari in ogni angolo del globo. Il propietario e l'atmosfera contribuiscono a renderlo un posto unico in città.
La libreria "Acqua Alta", facile intuirlo, si chiama così perché, quando la marea cresce, Luigi e Gianni Coppola suo stretto collaboratore, vendono i libri con gli stivali di gomma addosso. In questo posto un po' "sconto" vicino a Campo Santa Maria Formosa, l'acqua entra che è un piacere e i libri, infatti, sono tutti sistemati a quindici centimetri da terra. L'idea di sistemarli in barche, vasche da bagno e in una gondola è venuta a Luigi sia per rimanere il linea con il titolo, sia per dare un tocco di originalità alla libreria. Tra gli scaffali troverete gironzolare quattro adorabili gatti, immancabili a Venezia, che mangiano e dormono tra la carta stampata.
Insomma un luogo che può essere tranquillamente considerato una delle meraviglie di Venezia ed una tappa obbligata per chi ama leggere e per chi vuole conoscere la città.

Libreria Acqua Alta 
Calle Lunga Santa Maria Formosa
5176/B Sestiere Castello



























SHARE:
Blogger Template Created by pipdig